Fatti e miti della vendita di prodotti naturali fatti in casa




Produciamo integratori naturali e li vendiamo al pubblico da circa 13 anni. Negli ultimi anni abbiamo iniziato a notare molte altre persone che facevano lo stesso, il che è eccitante. Purtroppo le leggi richieste per vendere prodotti fatti in casa sono in gran parte sconosciute a molti venditori.

Ecco alcuni dei miti comuni che dovrai affrontare prima di iniziare a vendere i tuoi.



Vendita di prodotti fatti in casa: miti e fatti

MITO: il mercato degli integratori NON è regolamentato

! FALSE La regolamentazione è in realtà una grande parte del mercato degli integratori. Esistono regole speciali per sapone, cosmetici, integratori alimentari e droghe. Queste regole regolano il modo in cui realizzi questi prodotti, le licenze coinvolte e la tua etichettatura. Coprono anche ciò che metti sul tuo sito Web, i tuoi materiali di marketing e persino i reclami durante la vendita.







MITO: Finché seguo le regole nel mio stato, sto bene

! FALSE Devi assicurarti di non creare un prodotto che coinvolga la FDA. La FDA è coinvolta con qualsiasi prodotto non elencato nel settore cottage o elenco di esenzioni specifico nel tuo stato. Inoltre, ogni volta che vendi un prodotto attraverso le linee di stato (come su Internet) devi rispettare le linee guida FDA.




MITO: non vendo online se condivido un post su Facebook

! FALSE Se vendi online in qualsiasi luogo, anche se non si tratta di un negozio formale, ti impegni nel commercio interstatale. A questo punto, è necessario conoscere le leggi del proprio stato relative al prodotto specifico e seguire anche le norme federali.




MITO: posso realizzare il mio prodotto nella mia cucina

Dipende. Se stai realizzando un prodotto che il tuo stato specifico ritiene in un settore industriale (in Ohio un esempio sarebbe gelatina) e stai vendendo SOLO all'interno dello stato (questo non significa nulla online), quindi, sì, puoi creare il prodotto nel tuo cucina con la tua mandria di gatti che vagano sui banchi. (Scherzando! Devi sempre usare le migliori pratiche in produzione.)




Se realizzi un prodotto che il tuo stato non ha nello specifico nell'elenco dei settori dei cottage e / o metti il ​​tuo prodotto su Internet per venderlo, devi farlo in una cucina commerciale certificata e seguire tutte le leggi applicabili e i requisiti di licenza pertinenti a il tuo prodotto.

Considerazioni conclusive sulla vendita di prodotti fatti in casa

La verità è che la casa è migliore.




Vogliamo che i nostri amici e vicini possano condividere le loro cose straordinarie, ma è importante farlo nel modo giusto. Se vendi ai tuoi amici in un passaparola, molto probabilmente non incontrerai alcun problema. Una volta che vai al mercato dell'agricoltore o pensi di creare un sito Web, devi conoscere le regole. Non seguire le regole può significare alcune cose piuttosto spaventose di cui sentiamo parlare di tanto in tanto il coinvolgimento e il saccheggio della casa delle persone e la gente che va in galera per l'etichettatura.

Se vuoi sapere quali sono le tue regole statali, inizia contattando il dipartimento dell'agricoltura locale e chiedi la loro lista dell'industria dei cottage.

Se stai pensando di vendere i tuoi prodotti fai-da-te, dai un'occhiata a un altro articolo utile qui:

Impara a vendere i tuoi prodotti a base di erbe naturali ora


Circa L'Autore

Carla Gozzi

Carla Gozzi È Nato A Modena, 21 Ottobre 1962 E Vive Tra La Sua Città Natale, Milano E New York. Ha Iniziato A Lavorare Nel Campo Della Moda Come Stilisti Assistente, Tra Cui Jean-Charles De Kastelbayaka, Christian Lacroix, Calvin Klein Ed Ermanno Servin. Charles Partecipa Anche Come Osservatore Alle Sfilate Di Moda Ed È Stato Un Allenatore In Stile.





come realizzare un termoforo