Una ricetta Chai fatta in casa e tutto su Sassafras




Le prime gelate ci sono passate di qui nella nostra fattoria in Ohio e ora sono occupato a scavare le radici per il lungo e freddo inverno. Lo scorso fine settimana ho preso la mia classe di apprendista per raccogliere rafano, echinacea e sunchoke. C'è qualcosa di così soddisfacente nel mettere una forchetta nella terra e alzare grosse e grosse radici mentre il vento freddo cerca di infilarsi nella giacca. Potrei amare questo particolare tipo di raccolta anche più della stagione dei fiori!


ingredienti in pasta madre




Mentre stavamo scavando, mi sono lamentato del fatto che una delle mie piante preferite per questo periodo dell'anno non cresce sulla nostra proprietà. Dovrò andare a visitare alcuni membri della famiglia di mio marito per ottenere i miei sassafras (Sassafras albidum) fornitura. I boschi di fine autunno sono pieni di un profumo così forte, dalla demolizione dei gusci di noce sotto i piedi alla scoperta della radice di sassafras color cannella.

Identificazione e raccolta di Sassafras

Prima che le foglie cadano è facile individuare le colonie di questo albero. Sono in una forma distinta, stravagante, che saluta i passanti con un guanto sinistro, uno destro e un doppio pollice. In questo periodo dell'anno, tutto ciò che rimane è la loro unica corteccia verde che quando raschiata emette un odore di cannella. Per raccogliere la radice, fai qualche passo fuori dal tronco del tuo esemplare prescelto e scava in profondità con una spatola a mano. Non ci vuole molto tempo per raccogliere alcune delle radici periferiche e farlo in questo modo eviterà danni all'albero.




Chiarire la preoccupazione per Sassafras

Sassafras era solito fornire uno dei principali componenti aromatici nella tradizionale birra alla radice fino a quando uno studio condotto negli anni '70 gettò la pianta in una luce sfavorevole. La pianta ha una storia molto lunga di utilizzo nel sud degli Stati Uniti, il che ha creato un problema per la nuova convinzione che si trattasse di un agente cancerogeno mortale. Il composto problematico all'interno di sassafras è safrole. Safrole si trova anche in noce moscata, anice, pepe nero e basilico, ma in qualche modo nessuno di loro è stato bandito dal nostro approvvigionamento alimentare.




La verità sta da qualche parte nel mezzo. Safrole è cancerogeno. Inoltre non è solubile in acqua. Ciò significa che è improbabile che la tazza media di tè Sassafras presenti un rischio maggiore di cancro rispetto a una tazza di succo d'arancia, un pomodoro o (abbastanza interessante) una tazza di consolida maggiore (Symphytum officinale) tè. (fonte)

Safrole è, tuttavia, solubile in alcool. Ciò significa che una tintura fatta con qualsiasi erba contenente safrole può adeguatamente destare preoccupazione. L'olio essenziale di sassafrasso non è assolutamente sicuro per uso interno ed è stato rimosso da molti scaffali perché semplicemente non valeva il rischio.

Sassafras è tradizionalmente usato come detergente per sangue e fegato. Può far sentire anche alcune persone più fredde. Questa è una pianta davvero utile se vivi nel sud del vapore. Personalmente, adoro il sapore speziato profondo e mi si addice a una maglietta come parte di una miscela di chai da sorseggiare davanti al fuoco.

Come ti senti riguardo ai sassafras rimane una cosa personale. È ancora là fuori nei boschi, pronto per il raccolto. È ancora venduto nei negozi di erbe accanto alla altrettanto pericolosa noce moscata e anice. Avvicinati a loro se osi. Se ti piace il sapore e ti senti come una tazza di tè fresca è un gioco che preferisci non giocare, puoi acquistare olio di sassafras culinario a cui è stato rimosso il safrole. (Trovalo qui.)

Questo olio è delizioso spruzzato nelle tue ricette per birra alla radice, gelato, tè e biscotti.

Ricetta Sassafras Chai di base

(fa una tazza di chai da 8 once)




ingredienti

  • 1 tazza di acqua fredda
  • 1 bastoncino di cannella (trova qui bastoncini di cannella biologici)
  • 8 chiodi di garofano (trova qui i chiodi di garofano interi biologici)
  • 8 baccelli di cardamomo (trova qui i baccelli di cardamomo biologici)
  • Anice stellato 2 (trova l'anice stellato biologico qui)
  • 3 grani di pepe nero (trova qui i grani di pepe neri biologici)
  • 2 grani di pepe rosa (trova qui i grani di pepe rosa biologici)
  • 1 cucchiaino di corteccia di sassafras (raccogli la tua o trova corteccia di sassafras essiccata qui)
  • ⅔ tazza di latte schiumato, opzionale

Indicazioni

(Dal momento che gli ingredienti di cui sopra fanno solo una porzione, semplicemente moltiplica gli ingredienti per la quantità di porzioni che desideri fare.) Versa dell'acqua fredda sugli ingredienti in una casseruola. Coprire con un coperchio. Portare ad ebollizione. Ridurre il calore e cuocere a fuoco lento per 10-15 minuti, coperto. Sforzo. A questo punto puoi aggiungere circa ⅔ tazza di latte schiumato a tua scelta per tazza di tè o lasciarlo fuori. Godere!





Circa L'Autore

Carla Gozzi

Carla Gozzi È Nato A Modena, 21 Ottobre 1962 E Vive Tra La Sua Città Natale, Milano E New York. Ha Iniziato A Lavorare Nel Campo Della Moda Come Stilisti Assistente, Tra Cui Jean-Charles De Kastelbayaka, Christian Lacroix, Calvin Klein Ed Ermanno Servin. Charles Partecipa Anche Come Osservatore Alle Sfilate Di Moda Ed È Stato Un Allenatore In Stile.